Parte da Sabaudia la rivoluzione turistica del Consorzio Circe

“Ormai ci siamo, stiamo definendo i dettagli organizzativi del Consorzio Circe“, sono le parole cariche di entusiasmo ed aspettative di Gennaro Di Leva, presidente della Pro Loco di Sabaudia e del Consorzio Circe, l’organizzazione di promozione turistica che accomuna le Pro Loco di San Felice, Latina, Terracina, Ponza e Sabaudia appunto. “A breve partiremo concretamente rendendo pubblica la mission, ovvero una sintesi di quelli che sono gli obiettivi del Consorzio turistico Circe e dove vogliamo arrivare. Questo è il vero punto di partenza”.

Il Consorzio Circe è stato costituito formalmente il 26 maggio a Latina e dopo un periodo di studio, analisi e progettazione, è arrivato il momento di passare all’opera. “Entro fine anno daremo il via ai primi progetti. Questo è un treno che l’intero territorio pontino non può permettersi di perdere. Con gli altri uffici delle Pro Loco ci siamo accorti che insieme possiamo davvero essere competitivi con i tour operator. Un conto è ragionare su una capacità ricettizia di tremila posti letti, quelli esprimibili da un singolo comune, tutt’altra storia poterne mettere a disposizione qualcosa come quindicimila. Potrebbe considerarsi una rivoluzione turistica per l’intero territorio su cui spicca il Circeo“.

Sono tanti i campi di competenza del Consorzio Circe: “Non ci limiteremo solo alla promozione territoriale legata alle bellezze naturalistiche e balneari, in programma ci saranno attività e manifestazioni turistiche, culturali, musicali, ricreative, sportive, fiere e rassegne anche di carattere enogastronomico con capacità di valorizzare dei beni storici, monumentali, artistici”.

Dopo aver “studiato”, si passa all’azione. “Abbiamo intenzione di organizzare eventi di presentazione del progetto in tutti i comuni del Consorzio Circe già nelle prossime settimane. Tra i vari progetti abbiamo elaborando dei pacchetti soggiorno di varia durata capaci di proporre tutte le bellezze del territorio ed attirare i turisti non solo per una visita di una giornata ma qualcosa di più articolato e completo. I territori dei cinque comuni inseriti nel Consorzio Circe, nel loro insieme, hanno un patrimonio turistico immenso da proporre al turista”.

Un’organizzazione giovane e veloce. “Consorzio Circe è una realtà competitiva che saprà stare ai tempi della comunicazione immediata di oggi. Sito internet ed app sono fondamentali ma non mancheranno spot pubblicitari che viaggeranno su tutti i canali dell’informazione. Finalmente avremo l’opportunità di creare risorse con il turismo, anche in Agro Pontino”.

Link alla fonte
Autore: Simone Tosatti